Juventus Club Alex Del Piero
Sport news in real time:  
This RSS feed URL is deprecated -- - -- Nainggolan all'Inter/ Video: non prende la sciarpa e non salta coi tifosi: il Ninja è già pentito? - Il Sussidiario.net -- - -- Polonia-Colombia 0-3: gol di Mina, Falcao e Cuadrado - La Gazzetta dello Sport -- - -- Video/ Formula 1, Gran Premio Francia 2018: highlights della gara, classifica piloti e costruttori - Il Sussidiario.net -- - -- DIRETTA SBK 2018 / Superbike info streaming video e tv Gp Usa Laguna Seca: Rea trionfa davanti a Davies! - Il Sussidiario.net -- - -- Mondiali 2018, le partite di oggi. Risultati e classifiche - Quotidiano.net -- - -- Mercato, l'Inter va in pressing su Malcom: è partita l'offerta - La Gazzetta dello Sport -- - -- Inghilterra-Panama 6-1! I Leoni e il Belgio sono già agli ottavi - La Gazzetta dello Sport -- - -- MILAN, SENTENZA UEFA: FUORI DALLE COPPE?/ Ultime notizie: i rossoneri chiedono regole eque - Il Sussidiario.net -- - -- Napoli: Hamsik, la Cina si allontana. Si ricomincia da 12 - La Gazzetta dello Sport -- - -- DIRETTA/ Formula 1 Gp Francia 2018, F1 gara live: ha vinto Hamilton, Verstappen e Raikkonen sul podio! - Il Sussidiario.net -- - --
lunedì 25 giugno 2018  

<--Torna all'indice
19/12/2006   -   Ciao Alessio, Ciao Riccardo


        Sergio Vaccargiu

Non ero fra coloro che a fine allenamento si fermavano per l’abituale sagra dei tiri in porta. Non avevo granché voglia nelle gelide serate invernali di stare ancora sul campo. Correvo negli spogliatoi a farmi una rilassante doccia calda.

Giocavo in difesa, quindi ero poco avvezzo ad inquadrare la porta avversaria, pensavo di più a spazzare la mia area di rigore sventagliando qualche pallone in tribuna. Per questo non occorre fare un allenamento specifico.

I miei compagni di squadra, i portieri e gli attaccanti, invece s’attardavano per quello che era un rituale, una sfida, un duello. Unico premio lo sfottò. Erano questi gli ingredienti che spingevano a quello straordinario.

L’attaccante che sfida il portiere. Il portiere che irride il compagno quando il pallone sorvola alto la traversa e bisogna andarlo a recuperare fuori dal recinto di gioco. Al buio, magari chiedendo l’aiuto dello stesso compagno che ancora scherzava sul tiraccio da rugbista.

Quel rituale, quei gesti, chissà quante volte gli avranno fatti anche loro, Riccardo Neri e Alessio Ferramosca. Non sapremo mai con certezza quello che è accaduto a Riccardo e Alessio quando sono entrati nel vascone. Il prologo lo possiamo immaginare, perché molti di noi si sono comportati e si comportano come loro. Tanti rigori, tante punizioni a fine allenamento. Facoltativi, senza un allenatore che ti rimprovera per aver svirgolata la palla. Ma con il giudice più severo che possa esistere. Noi stessi. Un surplus di sudore che nessuno aveva richiesto.

I tuoi coetanei bighellonano in piazza. Un giro in motorino, i primi tiri di sigaretta e magari s’imbocca la strada sbagliata. Perché è meno faticosa la vita in strada. Meno regole, nessun sergente di ferro che ti urla di correre più veloce dopo 2 ore che corri. Ma quella palla ti droga, ti ammalia, t’ipnotizza. Diventa un feticcio che t’accompagna dall’infanzia, all’adolescenza, alla maturità. Riccardo e Alessio facevano quello che tutti noi abbiamo fatto o facciamo. Solo che, essendo più bravi e più fortunati, lo facevano con la maglia della Juve. Poi la tragedia. Immane, improvvisa, ineluttabile.

Tentavano di recuperare un pallone, in un centro sportivo dove forse ce ne sono tremila di palloni. Ma quella palla ha un significato più intrinseco. Era la vita di quei ragazzi. Andava recuperata, perché un giocatore e un uomo non lasciano che la palla si perda e con essa si smarriscano quei valori morali, etici e di lealtà che quel totem rappresenta.

Hanno cercato di recuperarla, dandosi una mano in un nobile gesto di solidarietà. Valori che si acquisiscono sudando, imprecando, rincorrendo una palla. I coetanei, belle statuine delle piazze, nel loro fare indolente e tedioso l’avrebbero lasciata lì.

Riccardo e Alessio no..

<--Torna all'indice

Data Partita Ris.
20/08 Juventus - Cagliari 3-0
27/08 Genoa - Juventus 2-4
10/09 Juventus - Chievo 3-0
17/09 Sassuolo - Juventus 1-3
20/09 Juventus - Fiorentina 1-0
24/09 Juventus - Torino 4-0
01/10 Atalanta - Juventus 2-2
15/10 Juventus - Lazio 1-2
22/10 Udinese - Juventus 2-6
25/10 Juventus - Spal 4-1
Data Partita Ris.
29/10 Milan - Juventus 0-2
05/11 Juventus - Benevento 2-1
19/11 Sampdoria - Juventus 3-2
26/11 Juventus - Crotone 3-0
03/12 Napoli - Juventus 0-1
1/12 Juventus - Inter 0-0
17/12 Bologna - Juventus 0-3
23/12 Juventus - Roma 1-0
30/12 Verona - Juventus 1-3
Data Partita Ris.
06/01 Cagliari - Juventus 0-1
21/01 Juventus - Genoa 1-0
28/01 Chievo -Juventus 0-2
04/02 Juventus - Sassuolo 7-0
11/02 Fiorentina - Juventus 0-2
18/02 Torino - Juventus 0-1
25/02 Juventus - Atalanta 1-0
04/03 Lazio - Juventus 0-1
11/03 Juventus - Udinese 2-0
18/03 Spal - Juventus 0-0
Data Partita Ris.
31/03 Juventus - Milan 3-1
08/04 Benevento - Juventus 2-4
15/04 Juventus - Sampdoria 3-0
18/04 Crotone - Juventus 1-1
22/04 Juventus - Napoli 0-1
29/04 Inter - Juventus 2-3
07/05 Juventus - Bologna 3-1
13/05 Roma - Juventus 0-0
20/05 Juventus - Verona 2-1
Mettimi
tra i Preferiti
(CTRL + D)

I marchi JUVENTUS, JUVE, JUVENTUS e scudetto, sono di esclusiva proprieta della Juventus F.C. SpA - www.juventus.it
Tutte le notizie riguardanti la Juventus e Alex Del Piero sono estrapolate dal sito Ufficiale della Juventus
Le foto di Alex Del Piero vogliono essere solo un omaggio a questo grandissimo uomo e fuoriclasse della Juventus
Tel. 3332766482 - E-Mail: info.club@juventusdoc.it