Juventus Club Alex Del Piero
Sport news in real time:  
This RSS feed URL is deprecated -- - -- Europa League, Dudelange-Milan 0-1: ci pensa Higuain - La Gazzetta dello Sport -- - -- Europa League, Lazio-Apollon 2-1: gol di Luis Alberto e Immobile - La Gazzetta dello Sport -- - -- Europa League: Gattuso, contava vincere - Corriere dello Sport.it -- - -- Lazio-Apollon Limassol, Inzaghi: “Vittoria importante ma potevamo fare meglio” - News Mondo -- - -- Roma a nervi tesi. Di Francesco che cosa ti succede? - La Gazzetta dello Sport -- - -- Le pagelle di Dudelange-Milan 0-1: Higuain decide, Caldara è pronto, Castillejo cresce - Eurosport.it -- - -- Champions, Cristiano Ronaldo, verdetto il 27: probabile una giornata di stop - La Gazzetta dello Sport -- - -- Bestemmia Gasperini, l'Atalanta presenta ricorso contro la squalifica - Calcio News 24 -- - -- DIRETTA/ Olympiacos-Betis (risultato finale 0-0) streaming video e tv: i greci pareggiano in dieci - Il Sussidiario.net -- - -- Lazio: Inzaghi, gara andava chiusa prima - ANSA.it -- - --
venerdì 21 settembre 2018  

Notizie della Juventus aggiornate in tempo reale     


<< Prec Indice notizie Succ >>

10 mar 2008 15.01 - Ranieri Le critiche? Da baraccone

Ha volto e parole, alcune, troppo tendenti al cupo, Claudio Ranieri, per uno che s’è appena portato la vittoria dalla casa del Genoa, dopo aver raschiato un punto nell’ultimo terzetto di partite, e che ha subito rimesso fra la sua Juve e la Fiorentina quella distanza sottratta dalla sconfitta di domenica all’Olimpico, con i viola. Tanto che, ieri sera, la classifica era nuovamente inclinata in direzione Champions League: che si scannino altri, Milan e, appunto, Fiorentina, per il quarto posto. Umori, pensieri e parole della settimana hanno lasciato il segno, se anche uno solitamente educato e cortese come il tecnico bianconero, stronca di brutto la domanda di un giornalista locale che gli chiedeva se davvero l’obiettivo bianconero fosse la Coppa Uefa: «Allora, lei non ha capito nulla». In effetti, il buon campionato ha da tempo modificato il bersaglio: «Adesso siamo là, e là balliamo. E ci vogliamo conquistare quello che ci siamo guadagnati». Cioè, la Champions. Nulla, avverte, sarà comunque scontato: «In queste ultime undici giornate - avverte il tecnico, parlando dello scivolone di Prandelli a Siena - si vedranno alti e bassi». Lui spera di aver già dato, anche se fra sette giorni, con il Napoli, ci sarà un altro assetto da inventarsi, perché molti pezzi mancheranno: Legrottaglie, Camoranesi e Zebina squalificati, Zanetti ammaccato («stiramentino, lo perderò per alcune settimane», la prima diagnosi dell’allenatore). Sette giorni di burrasca devono aver sfiorato pure la dirigenza, se il presidente Giovanni Cobolli Gigli e l’ad Jean-Claude Blanc, in tribuna, se ne vanno alla fine, sorridenti, ma senza una parola. Dopo un limpido due a zero, poi. Salutano e sorridono, anche Gian Paolo Montali, componente del cda, e il ds Alessio Secco. Che qualcosa, la sconfitta con la Fiorentina, abbia smosso, si capisce pure dopo: «Noi tante polemiche non le abbiamo fatte - spiega ancora Ranieri - mica eravamo stati noi. Dopo la Fiorentina c’è stato un po’ di baraccopoli. La società ha messo i puntini sulle i, anche se non ce n’era bisogno: ma ha fatto bene, sennò avrebbe aiutato i vostri pruriti». Sulla partita, invece, non poteva che essere soddisfatto: «Era una gara in cui ero curioso di vedere la nostra reazione, la concentrazione. I ragazzi hanno giocato bene, sono partiti con il piglio giusto, quello della grande squadra che vuole il risultato». La maxi serata di Grygera gli innesca una battuta: «Ci ho messo otto mesi a capire che Grygera era un buon terzino sinistro, però va bene così». La scelta del ceco e di Salihamidzic sulla sinistra è stata azzeccata: «Perché abbiamo vinto», sorride amarognolo. Fiducia, nel gruppo, l’ha sempre avuta: «Io non posso rimproverare nulla a questi ragazzi, è dall’inizio dell’anno che cercano di vincere ogni partita. Una partita storta ci sta. Ci chiamiamo Juve e dobbiamo dare il massimo in ogni sfida». Ieri ha ritrovato certezze: «Sono contento, perchè se noi giochiamo compatti creiamo problemi a molte squadre. In tutte le partite migliori siamo stati molto uniti: quando ci disuniamo, non siamo noi stessi e gli avversari hanno vita più facile». Al diavolo, alcune critiche: «Quando vedo che sono giuste, le accetto, perché sono il primo a concordare. Alcune non le prendo in considerazione: ma fa parte del baraccone, stiamo sul carrozzone che va avanti da sé». Fino in Champions, sottinteso.
<< Prec Indice notizie Succ >>

Data Partita Ris.
19/08 Chievo - Juventus 2-3
26/08 Juventus - Lazio 2-0
02/09 Parma - Juventus 1-2
16/09 Juventus - Sassuolo 2-1
23/09 Frosinone - Juventus -
26/09 Juventus - Bologna -
30/09 Juventus - Napoli -
07/10 Udinese - Juventus -
21/10 Juventus - Genoa -
28/10 Empoli - Juventus -
Data Partita Ris.
04/11 Juventus - Cagliari -
11/11 Milan - Juventus -
25/11 Juventus - Spal -
02/12 Fiorentina - Juventus -
09/12 Juventus - Inter -
16/12 Torino - Juventus -
22/12 Juventus - Roma -
26/12 Atalanta - Juventus -
29/12 Juventus - Sampdoria -
Data Partita Ris.
20/01 Juventus - Chievo -
27/01 Lazio - Juventus -
03/02 Juventus -Parma -
10/02 Sassuolo - Juventus -
17/02 Juventus - Frosinone -
24/02 Bologna - Juventus -
03/03 Napoli - Juventus -
10/03 Juventus - Udinese -
17/03 Genoa - Juventus -
31/03 Juventus - Empoli -
Data Partita Ris.
03/04 Cagliari - Juventus -
07/04 Juventus - Milan -
14/04 SPAL - Juventus -
20/04 Juventus - Fiorentina -
28/04 Inter - Juventus -
05/05 Juventus - Torino -
12/05 Roma - Juventus -
19/05 Juventus- Atalanta -
26/05 Sampdoria -Juventus -
Mettimi
tra i Preferiti
(CTRL + D)

I marchi JUVENTUS, JUVE, JUVENTUS e scudetto, sono di esclusiva proprieta della Juventus F.C. SpA - www.juventus.it
Tutte le notizie riguardanti la Juventus e Alex Del Piero sono estrapolate dal sito Ufficiale della Juventus
Le foto di Alex Del Piero vogliono essere solo un omaggio a questo grandissimo uomo e fuoriclasse della Juventus
Tel. 3332766482 - E-Mail: info.club@juventusdoc.it