Juventus Club Alex Del Piero
Sport news in real time:  
Allegri ha il miglior attacco: è nata una nuova Juventus? - La Gazzetta dello Sport -- - -- F1, Gp Usa: Hamilton vince, alla Mercedes il mondiale costruttori. Vettel secondo, Raikkonen terzo - La Repubblica -- - -- Svolta Milan: tutto porta a Paulo Sousa! - Corriere dello Sport.it -- - -- Le pagelle di Lazio-Cagliari: Immobile super, Crosta disastroso - La Repubblica -- - -- Torino-Roma 0-1: decide un gol di Kolarov su punizione - La Gazzetta dello Sport -- - -- MotoGP Marquez: "Ok, ma che graffi". Rossi: "Gioco duro dei nuovi? Sono pronto" - La Gazzetta dello Sport -- - -- Napoli e Inter si dividono i punti scudetto - Messaggero Veneto -- - -- Arco, Mondiali: Italia d'oro in Messico. Francia surclassata in finale - La Gazzetta dello Sport -- - -- Calcio, Serie A: il Chievo si prende il derby col Verona - Corriere della Sera -- - -- Benevento, Baroni: "Bisogna crederci, qualcosa abbiamo costruito" - La Repubblica -- - --
lunedì 23 ottobre 2017  

Notizie della Juventus aggiornate in tempo reale     


<< Prec Indice notizie Succ >>

10 set 2008 17.06 - Chiellini Obiettivo Zenit

«Per fortuna sto sempre meglio e già da una settimana riesco ad allenarmi con la squadra. Chiaramente avverto ancora un po’ di fastidio e so che dovrò conviverci per un mesetto, ma la strada intrapresa è quella buona». Giorgio Chiellini conferma le sensazioni positive già trasmesse dai suoi allenamenti. Il recupero procede a gonfie vele e presto, sarà possibile rivederlo in campo. «Riguardo al mio rientro toccherà al mister decidere il momento più opportuno, valutando anche la mia condizione atletica, perché se un elemento non è a posto poi ne risente tutta la squadra. La voglia di giocare è tanta e spero di essere in grado di scendere in campo con lo Zenit».

Oltre alle sue condizioni, sono tanti gli argomenti toccati da Giorgio durante la conferenza stampa tenuta al Media Center di Vinovo

La sua importanza nella Juve... «Non credo di essere indispensabile. Fa piacere avere la fiducia del mister e dei compagni, ma abbiamo una rosa in cui ci sono tanti ricambi all’altezza. L’unico che può essere considerato tale è Buffon. Non perché gli altri dietro di lui non siano bravi, ma perché c’è un abisso tra lui e qualsiasi altro portiere».

…e in Nazionale. «L’Italia ad agosto o settembre ha sempre sofferto e quando le cose vanno meno bene si rimpiangono gli assenti. Io sono tranquillo; agli Europei di giugno ho fatto bene, ma quando tornerò ad ottobre dovrò dimostrare di meritare la fiducia. Nel calcio basta una partita per rovinare tutto. L’importante è saperlo e continuare a lavorare».

Amauri in azzurro. «Avere Amauri a disposizione sarebbe sicuramente meglio, perchè è un grande attaccante. Gilardino magari ha fatto solo una battuta e si sono fatti i titoli dei giornali. Se ci sarà la possibilità di averlo in magli azzurra, andrà valutata, poi dipenderà anche dalla sua volontà. Da parte nostra sarà il benvenuto».

Mellberg. « Olof si è integrato molto bene nel gruppo. Contro la Fiorentina ha giocato una partita quasi perfetta insieme a Legrottaglie. E’ stato un po’ sfortunato nel rimpallo in occasione del gol, noi eravamo un po’ bassi e Gilardino ha fatto una grande giocata».

La fase difensiva. «Riguarda tutta la squadra, non sono solo quattro giocatori a rendere una difesa forte. Credo che con Capello si fosse visto quanto eravamo compatti, come lo scorso anno nella fase centrale del campionato. Dopo la qualificazione matematica abbiamo un po’ staccato la spina e abbiamo subito tanti gol, ma nei mesi precedenti, siamo stati compatti e con l’aggiunta di Momo a gennaio eravamo vicini ai risultati dell’Inter».

Poulsen. «Tatticamente è intelligentissimo e la sua presenza è molto utile per noi difensori. Svolge un lavoro simile a quello di Zanetti e mentre l’anno scorso in assenza di Cristiano pativamo, ora abbiamo un’importante alternativa».

Nedved. «Oggi in allenamento ha avuto un contrasto un po’ duro con Brazzo e in spogliatoi ci abbiamo scherzato su. Loro due, Iaquinta e mi ci metto anch’io, siamo tra i più sanguigni, anche in allenamento. Pavel è fatto così: in spogliatoio è stato il primo a chiedere a Brazzo come sta, e per fortuna sta bene, ma in campo è fatto così: ha una voglia matta e per tutti noi è un esempio. Anzi, fra poco inizieremo a rompergli le scatole chiedendogli di continuare per un altro anno…»

De Ceglie, Giovinco e Marchisio. «Penso che si debbano inserire piano piano. Non ci deve essere troppa aspettativa su di loro, come è stato lo scorso anno per Criscito, ad esempio. Loro devono lavorare sodo in settimana ed essere pronti quando arriveranno le loro occasioni.
Io il primo anno giocai una ventina di partite, compresa la Champions League e la Coppa Italia, poi le presenze aumentarono. Auguro loro di diventare anche loro titolari fissi nell’arco di due, tre anni».

Campionato o Champions. «L’anno scorso abbiamo dimostrato di far bene con le grandi, mentre con le piccole forse abbiamo perso il campionato. Ricordo quando dovevamo giocare contro Toro e Reggina ed eravamo solo a un punto dalla Roma. Lì abbiamo perso un treno fondamentale. In Champions, giocando sempre scontri diretti, contro avversari importanti, forse conta meno la costanza. Per vincerla non so a cosa rinuncerei, so però che per noi che siamo rimasti in B e abbiamo vissuto il travaglio di questa società, una vittoria in Champions sarebbe una grande soddisfazione, forse ancor più di una vittoria in campionato».

Il girone di Champions. «Se c’era una squadra da evitare era lo Zenit. Con il Real te la giochi, mentre contro lo Zenit sarà più difficile perché si conoscono meno e poi nell’ultimo anno hanno stritolato gli avversari. C’è il blocco della Russia visto agli Europei, e una rosa zeppa di talenti.
Sicuramente non si tratta di outsider, sono già una realtà. Non siamo noi i favoriti perché siamo partiti in seconda fascia. Ce la giocheremo alla pari».

Le avversarie in campionato. L’Inter… «La loro forza è avere una rosa di 25-26 giocatori intercambiabili e di caratura internazionale. Noi siamo migliorati tantissimo ma forse non siamo ancora a quel livello. Partono un gradino davanti a tutti, però noi lavoriamo insieme da un anno mentre loro hanno cambiato allenatore. Mourinho darà sicuramente qualcosa in più, ma ci vorrà un po’ di tempo. Dobbiamo sfruttare questo periodo iniziale per portarci al loro livello e lottare fino ala fine».

…e Mourinho. « Il suo atteggiamento fa parte del personaggio. Al Chelsea ha vinto, al Porto anche, quindi qualcosa deve avere… non si vince per caso. C’è la curiosità di vederlo all’opera in Italia, dove non è mai facile ».

Le altre. «Noi, la Roma, il Milan e la Fiorentina siamo allo stesso livello. Quanto al Milan ha un potenziale offensivo enorme e sono certo che sistemerà la difesa. Davanti hanno grandi campioni, ma non dimentichiamo Pirlo, Ambrosini, Gattuso, o Pato. Hanno una rosa incredibile, ma alla fine vanno in campo in undici, come noi. Il loro vantaggio sarà quello di non giocare la Champions».

<< Prec Indice notizie Succ >>

Data Partita Ris.
20/08 Juventus - Cagliari 3-0
27/08 Genoa - Juventus 2-4
10/09 Juventus - Chievo 3-0
17/09 Sassuolo - Juventus 1-3
20/09 Juventus - Fiorentina 1-0
24/09 Juventus - Torino 4-0
01/10 Atalanta - Juventus 2-2
15/10 Juventus - Lazio 1-2
22/10 Udinese - Juventus -
25/10 Juventus - Spal -
Data Partita Ris.
29/10 Milan - Juventus -
05/11 Juventus - Benevento -
19/11 Sampdoria - Juventus -
26/11 Juventus - Crotone -
03/12 Napoli - Juventus -
1/12 Juventus - Inter -
17/12 Bologna - Juventus -
23/12 Juventus - Roma -
30/12 Verona Juventus -
Data Partita Ris.
06/01 Cagliari - Juventus -
21/01 Juventus - Genoa -
28/01 Chievo -Juventus -
04/02 Juventus - Sassuolo -
11/02 Fiorentina - Juventus -
18/02 Torino - Juventus -
25/02 Juventus - Atalanta -
04/03 Lazio - Juventus -
11/03 Juventus - Udinese -
18/03 Spal - Juventus -
Data Partita Ris.
31/03 Juventus - Milan -
08/04 Benevento - Juventus -
15/04 Juventus - Sampdoria -
18/04 Crotone - Juventus -
22/04 Juventus - Napoli -
29/04 Inter - Juventus -
07/05 Juventus - Bologna -
13/05 Roma - Juventus -
20/05 Juventus - Verona -
Mettimi
tra i Preferiti
(CTRL + D)

I marchi JUVENTUS, JUVE, JUVENTUS e scudetto, sono di esclusiva proprieta della Juventus F.C. SpA - www.juventus.it
Tutte le notizie riguardanti la Juventus e Alex Del Piero sono estrapolate dal sito Ufficiale della Juventus
Le foto di Alex Del Piero vogliono essere solo un omaggio a questo grandissimo uomo e fuoriclasse della Juventus
Tel. 3332766482 - E-Mail: info.club@juventusdoc.it